Il colpo di sonno è sempre in agguato!

Il colpo di sonno

Il colpo di sonno

 

Le palpebre man mano si appesantiscono; gli occhi si chiudono sempre più spesso. Aprite il finestrino, accendete la radio, vi sforzate a tenere concentrata l'attenzione. Per un po' ci riuscite, poi la tentazione di tenere gli occhi chiusi più a lungo diventa quasi invincibile. "Che cosa potrà mai succedere", pensate, "se chiudo gli occhi per una attimo, un attimo solo"....Chi può negare di non aver passato, almeno una volta nella propria vita di conducente, un'esperienza simile? Anche senza arrivare al vero e proprio "colpo di sonno", già solo la stanchezza può indurre cadute dell'attenzione verso l'ambiente esterno e disattenzione o distrazione dalla guida.Il sonno e la stanchezza sono uno dei nemici più subdoli per chi guida; si stima che tra il 15 ed il 40% degli incidenti più gravi sia imputabile a sonno o stanchezza, il più delle volte associato a concause precise: alcol, medicinali, pasto abbondante. Innumerevoli di più sono poi gli incidenti evitati per un soffio, solo perché, ad esempio, poco dopo un primo attacco di sonnolenza si è arrivati a destinazione.Numerose ricerche sul fenomeno, condotte sia in Italia che all'estero, hanno permesso la determinazione di "incidenti tipici", "fattori di rischio", "situazioni favorenti".Vengono infatti attribuite al sonno le uscite di strada, sia in rettilineo che in curva, non determinate da eccessiva velocità o dalla necessità di evitare un ostacolo o da altra causa identificabile. Sempre al sonno sono attribuibili la maggior parte dei violenti tamponamenti non attribuibili a cause identificabili e senza traccia di frenata. Sono questi i tipici incidenti da sonno. Un piccolo ma innovativo congegno elettronico salvavita unico al mondo, appena brevettato, studiato per evitare incidenti stradali dovuti ai colpi di sonno o alla stanchezza". Così è stato definito l'Angelo Custode, un dispositivo "anti colpo di sonno" che, applicato e regolato all'orecchio destro di un guidatore, emette un suono in grado di risvegliarlo qualora reclini il capo, un'azione che rappresenta uno dei sintomi classici del colpo di sonno. Il congegno è stato presentato in un incontro alla sede della provincia di Ascoli Piceno dal suo inventore, Giancarlo Piermartiri, il quale ha comunicato che ne sono stati già venduti 150 mila esemplari negli Usa, 15 mila in Australia e 50 mila in Italia, e che altri 37 Paesi l'hanno richiesto. Anche se riuscisse a salvare una sola Vita, questa piccola semplice invenzione potrebbe considerarsi un successo!